martedì 3 settembre 2013

Calcio mercato chiuso: considerazioni!

Finalmente si chiude questa sessione di calcio-mercato e (ancora di più) finalmente di pensa solo al calcio giocato.
La posizione di questo blog sull'eccessiva enfasi che viene concessa al gossip dei trasferimenti dei giocatori è chiara e già espressa.
In uno scenario sempre dominato da risvolti aziendale e di bilancio, in questi ultimi anni aumentano il loro peso specifico anche le figure dei procuratori e agenti.
Un esempio su tutti sembra essere il motivo per cui il trasferimento del turco Yilmaz alla Lazio. Ovvero sembrerebbe dalle voci di corridoio che, per quanto Galatasaray e Lazio avessero trovato un accordo e lo stesso fosse avvenuto fra Lotito e Tare e il giocatore, la trattativa sia saltata perchè l'agente abbia alla fine preteso una parcella di 2 milioni di euro. Verità? Fantasia? Esagerazione? Forse solo un segno dei tempi.

Ma venendo al calcio-mercato, a porte chiuse possiamo ora dare un parere su quello che è successo.
Le chiacchere stanno a zero e i fatti sono sul tavolo. 

In generale un segnale è che sono tornati ad arrivare in Italia giocatori forti e non solo bidoni di cui non sentiamo la necessità. Dopo un pò di anni in cui sembrava che i campioni emigrassero dallo stivale alla volta di lidi e stipendi più pregiati, una piccola inversione di tendenza. I nomi già li sappiamo: Tevez, Higuain, Gomez, Rossi, Kakà, Llorente, Strootman giusto per ricordarne qualcuno. Ricordiamoci poi anche il rientro di Balotelli solo qualche mese fa......
Questo è qualcosa di buono per il campionato italiano e per la competitività delle squadre italiche nei campionati europei di club.

Resta da dire che mancano ancora i progetti e la gestione delle squadre a lungo termine. Da questo punto di vista, lo si ripete da tanto tempo, siamo indietro e non di poco. Solo la Juventus (e non perchè sono juventino) ha decisamente segnato un cambio di passo su tutti gli aspetti. L'unica con stadio (e che stadio! iIn cui andare con le famiglie, con i negozi........) di proprietà, con una oculata gestione delle risorse, con l'attenzione al marchio e alle potenzialità del marketing, con una programmazione dei giovani in chiave futura, con un disegno tecnico/tattico chiaro e lungimirante, con la costruzione del nuovo polo societario per gli allenamenti.....
Le altre arrancano. Solo la Roma sembra avere per lo meno le idee per andare in questa direzione. E la proprietà americana forse sarà inesperta di calcio delle nostre parti ma sembra aver compreso la direzione futura. 

Riguardo il mercato in senso stretto possiamo dare un giudizio sulla Juventus. In un prossimo articolo un giudizio sulle altre grandi.

JUVENTUS - voto campagna acquisti-cessioni = 7:
Il calcio mercato dei bianconeri è stato positivo senza ombra di dubbio. C'è qualche malumore perchè fino all'ultimo i tifosi speravano in un ultimo colpo per perfezionare quella che sembra essere l'unica zona del campo non completamente coperta, soprattutto nel caso di infortunio/calo di forma di Asamoah ovvero la fascia sinistra di attacco. Qualcuno (il sottoscritto) sognava Kolarov, qualcun altro Zuniga. Alla fine non è arrivato nessuno. Se fosse arrivato il mercato era da 8 o da 9. E' da 7 perchè Tevez è un super colpo e Llorente un ottimo colpo. Basta avere pazienza. Ogbonna è un buon acquisto in prospettiva. Pagato solo un pò di più di quello che forse (adesso) valeva. Per il resto ci sono stati tanti aggiustamenti. Asamaoah è stato preso per intero e, SOPRATTUTTO, sono stati trattenuti Pogba, Vidal, Marchisio, Chiellini, Pirlo e Vucinic. Scusate se è poco.
Nuovi giovani sono lì a prepararsi per vedere se saranno da Juve: Gabbiadini, Zaza, Boakye, F. Rossi, Marrone, Leali, Berardi.
La partenza di Giaccherini è quella che mi addolora di più perchè il Giak è un giocatore che qualunque allenatore vorrebbe. Disponibile, serio, professionale, accetta la panchina senza far rumore e si fa trovare super pronto quando chiamato all'opera, interpreta vari ruoli e mette sul campo qualità e quantità. Super quantità.
Ma anche il giocatore andava premiato e se voleva andare in Inghilterra per fare un'avventura è più che giusto.
In attacco è andato via Matri e rimasto Quagliarella. Uno dei 2 doveva partire. Questo lo si sapeva. Forse è stato scelto Matri perchè troppo vicino alle caratteristiche di Llorente. Adesso il nostro attacco ha 1 sola punta centrale (Llorente), 3 attaccanti che possono fare prima e seconda punta (Vucinic, Tevez e Quagliarella) e una seconda punta (Giovinco). Le competizioni sono 3. Quelle importanti 2. Ci sarà spazio per tutti. GUIDIZIO FINALE ATTACCO - 7,5
Il centrocampo della Juve è quello dell'anno scorso con un Pogba in più. Promessa un anno fa, certezza oggi. L'unica incognita è il recupero prima fisico e poi mentale di Marchisio che era e rimane un grandissimo giocatore. Forse solo un pò trascurato perchè italiano e juventino da sempre. I soliti errori di valutazione di noi tifosi. Certo c'è un Pirlo con un pò di anni in più sul groppone ma sono sicuro che con il ritrovare la giusta forma fisica, torneranno anche le sue giocate. A destra abbiamo un laterale di grande corsa (Lichsteiner) e intensità. Manca di quel pizzico di tecnica e imprevedibilità. Ma se le avesse sarebbe un vero fuoriclasse. Le alternative a destra non mancano. C'è Isla (tornerà sui livelli dell'Udinese?) e c'è Padoin, uno di quei gregari che solo l'allenatore sa quanto danno alla squadra. Gli interni sono 3 per 2 posti. Vidal, Pogba e Marchisio. C'è spazio per tutti, considerando che sia Vidal che Pogba possono anche sostituire Pirlo. A sinistra l'unica zona in cui c'è una sola soluzione cioè Asamoah. C'è anche De Ceglie ma il ragazzo non offre tutte le garanzie richieste dal ruolo. In più non dimentichiamo un altro acquisto cioè Simone Pepe. L'unico a poter giocare a destra e sinistra e poter fare centrocampo e attacco. Super centrocampo quindi, il settore più forte della squadra. Probabilmente uno dei centrocampi più forti del mondo. GIUDIZIO FINALE CENTROCAMPO - 8,5
La difesa della Juve è quella con i nomi meno appariscenti ma è comunque uno dei punti forti della squadra. Il trio là dietro è una sicurezza e con l'acquisto di Ogbonna si è voluto puntellare ancor di più il settore. Le soluzioni non mancano. A destra abbiamo Caceres, ottimo ogni qualvolta chiamato in causa, e il titolare Robocop Barzagli. In mezzo Ogbonna e Bonucci. A sinistra Chiellini e Peluso. In porta Buffon, che è tutto dire con un secondo assolutamente all'altezza cioè Storari.
GIUDIZIO FINALE DIFESA - 8

Forza Juventus

1 commento:

  1. Un altro scudetto alle porte. Forza Tevez

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...